Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Vinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.x
Informatica
Ingegneria dell'Automazione
Ingegneria Biomedica
Ingegneria delle Telecomunicazioni e dei Media Digitali
Ingegneria Elettronica
Ingegneria Elettrica
Ingegneria Informatica
Ingegneria Meccatronica

Cambiamenti climatici e migrazioni

 
Una ricerca condotta dal prof. Pietro De Lellis ha utilizzato modelli dinamici per predire i flussi migratori in Bangladesh dovuti ai cambiamenti climatici. Il paese asiatico è infatti particolarmente vulnerabile alle conseguenze dell’innalzamento del livello dei mari, in quanto più del 40% della sua popolazione vive ad un’altitudine inferiore ai 10 metri. Il modello sviluppato prevede che gli effetti a cascata di questa migrazione avranno un impatto su più di 1,3 milioni di persone in tutto il Bangladesh entro il 2050. Il risultati di questo lavoro hanno conseguenze per le popolazioni costali in tutto il globo, e sono stati pubblicati in Earth’s Future, prestigiosa rivista di carattere interdisciplinare dell’American Geophysical Union, che ha dedicato una press release in seguito all’uscita dell’articolo, reperibile al seguente link:
 
 
Lo studio ha attratto l’attenzione anche della stampa italiana, di seguito l’intervista del prof. De Lellis al quotidiano la Repubblica:
 
 
Si riporta il link alla ricerca, ed all'articolo che F2Magazine ha dedicato al lavoro sul portale della Federico II:
 
 
La ricerca è stata svolta in collaborazione con i proff. Maurizio Porfiri, New York University, e Manuel Ruiz Marin, Universidad Politecnica de Cartagena, nell’ambito del progetto ACROSS, diretto dal prof. De Lellis e finanziato dalla Fondazione San Paolo e dal COINOR.
© 2016 DIETI@UniNa. All Rights Reserved. Designed By JoomShaper. Powered by CCB